Chi sono

La mia storia e il mio impegno per Bologna.

Sono nata nel 1965 a Bologna, dove vivo attualmente insieme a mio marito e alle nostre due figlie Alice ed Eleonora. Laureata con lode in Scienze Statistiche ed Economiche, dopo un periodo di studio all'Université Catholique de Louvain, ho conseguito un Dottorato di ricerca in "Metodologia statistica per la ricerca scientifica" e dal 2002 sono professoressa di Statistica al Dipartimento di Scienze Statistiche "Paolo Fortunati" dell'Università di Bologna.

La passione per la politica inizia nel 2003 neicomitati dei genitori delle scuole delle mie figlie. Nel 2007 ho scelto di impegnarmi attivamente nel percorso che ha portato alla nascita del Partito Democratico, in un periodo pieno di entusiasmo e di speranze, nel quale tante donne e tanti uomini hanno scelto per la prima volta di vivere l'esperienza della politica. In seguito sono entrata a far parte della segreteria regionale del Pd dell'Emilia-Romagna con delega alla scuola, dove sono rimasta fino al 2011. Nello stesso anno, sono stata eletta in Consiglio Comunale nella lista del Partito Democratico e il Sindaco Virginio Merola mi ha chiamato nella sua giunta per seguire i temi relativi alla scuola e all'educazione. Rieletta nel 2016, sono divenuta Vicesindaco con deleghe all’educazione, scuola, adolescenti, giovani e politiche per la famiglia.

Mi candido alle elezioni regionali nella lista del Partito Democratico, perché voglio che educazione, conoscenza, così come sostegno alle famiglie, siano priorità di una città e di una regione capaci di costruire futuro, senza lasciare indietro nessuno. Voglio impegnarmi per sostenere la natalità e servizi educativi di qualità che accompagnino le famiglie nella crescita dei figli: nidi a disposizione di tutti, scuole davvero in grado di abbattere ogni barriera e di dare a ciascuno, anche a chi è più fragile, pari opportunità, creando intrecci tra scuola ed extrascuola. Voglio lavorare per il contrasto alla dispersione scolastica e tutte le forme di disagio degli adolescenti, per promuovere benessere e protagonismo dei ragazzi. Mi batterò per i diritti delle donne e le pari opportunità. Per un sistema sanitario che metta al centro la prevenzione e i nuovi bisogni di salute, riconoscendo il ruolo dei professionisti sanitari, motore della nostra sanità. Per una regione attenta agli anziani, con maggiori risorse e servizi per tutte le famiglie che ogni giorno si prendono cura dei propri cari. Siamo chiamati a scegliere quale Emilia-Romagna vogliamo: io mi impegnerò perché sia per tutti il posto migliore dove crescere.